Dal primo giugno nuovo modulo per chiedere il ReI

Con la decadenza dei requisiti familiari per accedere al Reddito di Inclusione, l’INPS, l’Istituto nazionale Previdenza Sociale, ha pubblicato online sul proprio sito, il nuovo Modulo per chiedere il ReI, che dovrà essere utilizzato da Venerdì 1° Giugno.

Che cos’è il Reddito di Inclusione

È una misura di contrasto alla povertà costituita da due componenti:

  • un beneficio economico, erogato mensilmente attraverso una carta di pagamento, la c.d. Carta ReI
  • un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa, per superare la condizione di povertà, con l’aiuto dei servizi sociali del Comune.

Chi può richiedere il ReI

Dal 1° luglio 2018, 2 sono i requisiti richiesti:

1.   requisiti di residenza/soggiorno:

  • essere in possesso della cittadinanza dell’Unione europea
  • essere in possesso della residenza in Italia, in via continuativa, da almeno due anni al momento della presentazione della domanda

2.   requisiti economici (soddisfatti da tutti i componenti del nucleo familiare)

  • ISEE non superiore a 6.000 euro
  • ISRE non superiore a 3.000 euro
  • Patrimonio immobiliare, che non sia casa di abitazione, non superiore a 20.000 euro
  • Patrimonio mobiliare non superiore a 6.000 euro, accresciuto di 2.000 euro a componente familiare (successivo al primo), fino ad un massimo di 10.000 euro.

A chi presentare la domanda

Ai Comuni o a punti di accesso indicati dagli stessi Comuni. Dal 1° giugno la domanda va presentata utilizzando il seguente nuovo  Modulo

A quanto ammonta il beneficio economico

L’importo dipende da:

  • il numero dei componenti del nucleo familiare
  • il reddito e i trattamenti assistenziali del nucleo familiare.

Il massimale mensile del beneficio va da 187,50 euro (1 componente) a 490,75 euro (6 componenti).

Come viene erogato

  • Attraverso una carta prepagata elettronica (Carta ReI) emessa da Poste Italiane SpA.
  • Viene erogato mensilmente, per un importo pari ad 1/12mo del valore su base annua.

Da chi viene erogato

Dall’INPS.

Quanto dura

È erogato per un periodo massimo continuativo di 18 mesi.

Cose importanti da sapere

  • Per usufruire del ReI occorre un ISEE in corso di validità e sottoscrivere un progetto personalizzato
  •  In caso di dichiarazioni false riscontrate nell’attestazione ISEE, con erogazione illegittima del beneficio, sono previste sanzioni fino a 5.000 euro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.