Credito al consumo, la banca deve verificare la solvibilità del consumatore

Credito al consumo è la banca che deve provare di aver informato il consumatore e di averne verificato la solvibilità. Nel contratto di credito al consumo spetta al creditore dare la prova di aver eseguito i suoi obblighi precontrattuali di verifica della solvibilità del debitore: l’ onere della prova non può ricadere sul consumatore.

ADI_controlloÈ quanto stabilisce oggi la Corte di Giustizia dell’ Ue. Una direttiva dell’ Unione pone a carico del creditore alcuni obblighi di fornire informazioni e chiarimenti affinché, nell’ ambito di un contratto di credito al consumo, il debitore possa compiere una scelta consapevole al momento della sottoscrizione del credito e impone al creditore di consegnare ai consumatori una scheda contenente le Informazioni europee di base e di verificare la solvibilità del consumatore. In realta’ la Corte di Giustizia precisa che la direttiva europea non specifica quale sia il soggetto cui spetta provare che il creditore ha eseguito i suoi obblighi di informazione della solvibilità, cosicché tale questione dipende dall’ ordinamento giuridico interno di ciascuno Stato membro, che però non deve rendere impossibile o troppo difficile l’ esercizio dei diritti riconosciuti dalla direttiva (principio di effettività).

Tratto da informacittadini.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.