Mutui, 650 milioni per i giovani

Dopo la pubblicazione in Gazzetta ufficiale del decreto interministeriale (Ministero dell’economia e delle finanze, Ministero del Lavoro e delle politiche sociali e Ministero delle infrastrutture e dei trasporti) del 31 luglio 2014, è stato sottoscritto dal Direttore generale del tesoro e dall’Abi (Associazione bancaria italiana) il Protocollo d’intesa necessario ad ultimare l’effettiva attuazione del nuovo Fondo di garanzia della casa.

Tale Fondo sostituisce il vecchio Fondo “Giovani coppie” e lo estende anche ad altre categorie. Vediamo i punti salienti del Fondo gestito dalla Consap.

Dotazione del Fondo

·        650 milioni di euro

Quanto copre il Fondo

·        Fino al 50% della quota capitale del mutuo ipotecario chiesto per acquisto o per acquisto più interventi di ristrutturazione e miglioramento efficienza energetica di una casa da adibire ad abitazione principale

Importo del mutuo

·        Non superiore a 250 mila euro

Quali tassi vengono applicati

·        tasso calmierato: tasso effettivo globale – TEG non superiore al tasso effettivo globale medio – TEGM, pubblicato trimestralmente dal Ministero dell’Economia

Quali sono gli aventi diritto

·        giovani coppie (in cui almeno uno dei due componenti non abbia superato i 35 anni)

·        nuclei familiari monogenitoriali con figli minori

·        giovani di età inferiore ai trentacinque anni titolari di un rapporto di lavoro atipico

·        conduttori di alloggi popolari, comunque denominati.

Vincolo imprenscindibile

·        Non essere proprietari di altri immobili ad uso abitativo salvo quelli acquisiti per successione mortis causa, anche in comunione con altri successori, e in uso a titolo gratuito a genitori o fratelli.

Dove reperire la modulistica

·        Sul sito del Dipartimento del Tesoro (www.dt.tesoro.it)

·        sul sito della Consap (www.consap.it)

·        sui siti di tutte le banche/intermediari finanziari aderenti.

Dove reperire gli elenchi delle banche/intermediari aderenti

·        Sul sito della Consap SpA (www.consap.it)

·        sul sito dell’ABI (www.abi.it).

 

Cosa manca per la piena operatività del Fondo

·        Il manuale d’uso per l’accesso delle stesse banche all’infrastruttura telematica della Consap.

·        Le banche, infatti, hanno 30 gg lavorativi, dal momento della loro adesione all’iniziativa, per erogare il servizio ai cittadini, a patto che il manuale d’uso sia stato predisposto da almeno 30 gg lavorativi.

 

ATTENZIONE: l’adesione al Fondo da parte delle banche/intermediari  è su base volontaria

IMPORTANTE: Cosa succede a chi ha ottenuto il mutuo con il vecchio Fondo?

·        Continuano ad applicarsi le norme previste da quel Fondo (Ministero della Gioventù, Ministero dell’Economia e delle Finanze e Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.