Al via la terza edizione del progetto Facciamo i conti! Regole e consigli d’uso sul credito ai consumatori

Lunedì 16 giugno alle ore 11.00, presso la Sala del Consiglio della Camera di Commercio di Verona, si è svolta la conferenza stampa di presentazione della 3° edizione del progetto FACCIAMO I CONTI! – Regole e consigli d’uso sul credito ai consumatori per prevenire il sovraindebitamento, l’usura e la ludopatia.

Il progetto, che ha visto la sua prima edizione nel 2012, è stato avviato dalle Associazioni di consumatori  veronesi e cofinanziato dalla Camera di Commercio di Verona,  in collaborazione con la Fondazione Antiusura Beato G. Tovini e con il patrocinio dell’Ordine dei Dottori commercialisti e degli esperti contabili di Verona.

 

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Stando ai dati della ricerca “Il gioco d’azzardo e le sue conseguenze sulla società italiana” del sociologo consulente della Consulta nazionale antiusura Maurizio Fiasco, nel 2012 nella provincia scaligera la spesa annuale per il gioco del lotto è stata di 87.300 euro, pari a 97 euro pro capite.

Mentre la spesa pro capite per le slot machine è stata di 657 euro. Un business che in totale arriva a 874 milioni di euro annui, ossia il 3,59% del Pil della provincia. Il sovraindebitamento, la ludopadia e l’usura, come in un circolo vizioso, aumentano la criminalità e la disoccupazione, diventando una vera e propria piaga sociale per il nostro Paese. Ecco quindi la necessità di potenziare le attività informative in merito all’uso responsabile del denaro, all’accesso al credito ai consumatori, alla tutela del potere d’acquisto dei cittadini e alla prevenzione sovraindebitamento, usura e ludopatia.

Tutto ciò viene realizzato attraverso l’avvio di incontri di formazione, materiali divulgativi e sportelli informativi presenti sul territorio veronese e, novità di quest’anno, anche attraverso sportelli online.

«La Camera di Commercio sostiene il progetto“FACCIAMO I CONTI!” perché è sempre più necessario informare e formare le persone con gravi motivi finanziari» ha affermato Maurizio Danese, Vice – Presidente della Camera di Commercio di Verona. «La possibilità di risolvere le crisi da sovraindebitamento aiuta a sanare situazioni difficili che possono avere pesanti ripercussioni sulla vita delle persone indebitate e delle loro famiglie. Dai casi più estremi, in cui il debitore si toglie la vita, ai tentativi, purtroppo sempre più diffusi, di ricorrere all’usura e al gioco d’azzardo. Ben vengano quindi iniziative di questo tipo».

All’incontro era presente anche Emanuele Caobelli, consigliere camerale in rappresentanza delle Associazioni di consumatori, il quale ha dichiarato che «é della massima importanza intervenire sostenendo le persone in difficoltà aiutandole e informandole. Sono state quindi potenziale le attività informative che tra le altre prevedono lo svolgimento di un’indagine sulla conoscenza e sulle competenze dei veronesi circa l’utilizzo degli strumenti creditizi e i rischi dell’indebitamento. Sempre più persone infatti contraggono debiti sopra le proprie disponibilità con conseguenze dannose per il proprio budget familiare”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.