In pillole, il problema Sovraindebitamento

Il sovraindebitamento si riscontra quando la spesa è superiore al livello del reddito: né i redditi da lavoro, né le rendite, né le somme ottenibili cedendo parte dei propri beni o di quelli di famiglia (mobili e immobili) consentono di far fronte in maniera regolare e strutturale ai propri debiti e, allo stesso tempo, alle spese legate alla normale gestione familiare.

Sullo sfondo vi sono la difficile congiuntura economica, la disoccupazione, il basso livello delle retribuzioni e delle pensioni, il mutare della regolazione dell’accesso al reddito, l’aumento dei prezzi e delle tariffe e, infine, una politica fiscale che negli ultimi anni ha penalizzato il ceto medio.

I lavoratori dipendenti, subendo una forte percezione d’incertezza, hanno ridotto i consumi e con ciò fatto abbassare il livello della domanda, accentuando la propensione al risparmio; mentre artigiani, commercianti e professionisti in uno slancio di ottimismo sembrerebbero aver sovrastimato le entrate future, continuando sia a investire che a consumare nelle stesse proporzioni di prima. Il sovraindebitamento può essere un “incidente di percorso”, causa l’interruzione improvvisa di un flusso di reddito (oppure, l’improvviso suo divenire insufficiente, per spese necessarie non previste o non prevedibili). Esistono, altresì, persone o famiglie sovraindebitati di lunga durata, le cui ragioni sono più complesse e da ascrivere ad una perdurante condizione di crisi del reddito familiare. Vi è poi una terza situazione, virtuale e perciò non visibile immediatamente, ed è quella di un sovraindebitamento differito, che caratterizza molte famiglie il cui livello di reddito e consumo si discosta da quello possibile con i soli redditi da lavoro grazie ad altre entrate/contributi o pagamenti posticipati.

Nella maggior parte dei casi le difficoltà si riscontrano al sopraggiungere di un cambiamento di contesto, di abitudini, di stili di vita, che interagiscono con le criticità sofferte dalla società tutta.

Per approfondimenti contattaci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.