Pubblicati da Banca d’Italia i nuovi tassi usura per mutui, finanziamenti e prestiti

Il tasso di usura rappresenta il tasso di interesse massimo che gli istituti di credito o gli intermediari finanziari possono applicare alle seguenti operazioni creditizie:

 

– aperture di credito in conto corrente;

– crediti personali (prestiti);

– accensione mutui;

– crediti finalizzati all’acquisto rateale (credito al consumo);

– credito revolving e con utilizzo di carte di credito,

– operazioni di leasing;

– prestiti contro cessione del quinto dello stipendio;

– altri finanziamenti a breve e a medio/lungo termine.

 

Questi tassi soglia sono calcolati ogni tre mesi dalla Banca d’Italia ed il loro valore varia a seconda del prodotto finanziario considerato.

L’erogante che offre finanziamenti con tassi superiori a quello soglia calcolato sul tasso medio rilevato dalla Banca d’Italia è passibile di denuncia per il reato di usura.

Si ricorda che il riferimento del tasso specificato deve essere quello in vigore all’atto della sottoscrizione del contratto.

Ecco di seguito i tassi usura in vigore dal 1° ottobre al 31 dicembre 2012.

 

tassi usura (.pdf) (trimestre in corso) – tassi usura (.pdf) (serie storica)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.